CIBO, CULTURA E NATURA IN ALTA VAL SESSERA

PUNTI FORTI DEL VIAGGIO

Le tradizioni pastorali locali e la lavorazione del latte

Le abitazioni tradizionali

La geologia della valle e la linea insubrica

ISCRIVITI

Un trekking di tre giorni immersi nel paesaggio selvaggio dell’Alta Val Sessera alla scoperta del patrimonio storico, geologico e naturalistico delle Alpi biellesi. In questo viaggio ricco di emozioni riscopriremo insieme il profondo legame che lega l’uomo alla sua terra.

Un itinerario che può essere percorso sia a piedi sia in mountainbike.

La motivazione

Tante cose si scopriranno in questi tre giorni, legate alla biodiversità dell’alta Val Sessera con la presenza del Carabo di Olimpia, la geologia della valle, con i segni lasciati dai ghiacciai e la linea Insubrica, le tradizioni pastorali locali con la produzione dei formaggi tipici.

Il tutto pensato per adulti e bambini che intendono conoscere a fondo il territorio in cui viviamo.


Difficoltà

2/5 Il tracciato si sviluppa su sentieri, mulattiere e strade sterrate a bassa difficoltà (E).

Vedi legenda


Durata

3 giorni e 2 notti


Periodo consigliato

Tutto l’anno tranne nei mesi in cui persiste abbondante neve al suolo.

Giorno 1

Ritrovo a Bocchetto Sessera e partenza. Si percorrerà il sentiero panoramico che conduce ad Alpe Moncerchio. Lungo il tragitto verranno illustrate le valenze naturalistiche, storiche e geologiche dell’Alta Val Sessera. Si affronterà in modo approfondito il tema del ghiacciaio che durante le fasi glaciali ha fortemente modellato il paesaggio circostante e condizionato la biodiversità locale. Giunti all’Agriturismo Alpe Moncerchio, cellula dell’Ecomuseo Biellese, sarà possibile osservare le mucche al pascolo, fondamentali per la produzione del latte e dei tradizionali formaggi locali. Una straordinaria opportunità per vivere la vita d’alpeggio e assistere direttamente alla lavorazione del latte nell’apposito laboratorio caseario presente in loco.

Pranzo a base di prodotti locali presso l’agriturismo e pomeriggio dedicato alla scoperta delle tecniche costruttive delle abitazioni tradizionali della valle (le tegge). Nel tardo pomeriggio si salirà al Rifugio Escursionistico Monte Marca per la cena e per il pernottamento.

Dislivello: +436m, -198m


Giorno 2

Sveglia e colazione con prodotti tipici locali sulla balconata panoramica del Rifugio Escursionistico Monte Marca e partenza per l’escursione. Si procederà lungo la cresta che conduce a Bocchetto Sessera attraverso il Monte Marchetta e il Piazzale 2 di Bielmonte. Lungo questo tratto di percorso si osserverà da vicino la linea insubrica. Essa rappresenta una linea di  faglia (frattura) che si sviluppa da ovest ad est sull’arco alpino e che attraversa il territorio valsesserino lungo l’asse Bocchetto Sessera-Bocchetta della Boscarola. Giunti a Bocchetto Sessera ci sarà l’incontro con gli asini! Gli animali verranno preparati per il trasporto dei bagagli mentre gli escursionisti seguiranno il sentiero che conduce al Rifugio Piana del Ponte. Durante il percorso si visiterà il sito protoindustriale di Rondolere, sede, a cavallo tra il XVIII-XIX secolo, dell’affascinante processo di lavorazione della magnetite, finalizzato alla produzione di attrezzi ad uso agricolo. Giunti a Piana del Ponte, dopo aver ritirato i bagagli trasportati dagli asini, si trascorrerà. nel suggestivo rifugio sito in prossimità del torrente Sessera,  una piacevole serata in compagnia, degustando prodotti tipici della cucina locale. E dopo cena tutti a letto…un’atra giornata di avventura ci aspetta!

Dislivello: +184m, -732m


Giorno 3

Sveglia e colazione del margaro. Partenza verso la cascata dell’Argentera, salto naturale e panoramico che si sviluppa lungo il corso del torrente principale della valle. Si proseguirà con la visita dell’Opificio, sito attivo nel XVIII secolo per la frantumazione e separazione della galena argentifera, estratta dall’intricata rete di gallerie presenti lungo la costa dell’Argentera. Successivamente il percorso proseguirà nel bosco di conifere fino alle Tegge Artignaga, un caratteristico complesso di edifici rurali legati all’attività della pastorizia. Pausa pranzo in questo luogo incantato, dove passato e presente si fondono in una insolita armonia. Dopo un momento di relax, cullati dai soavi suoni della natura, si procederà lungo il sentiero che conduce ad Alpe Montuccia per una ricca merenda da consumare nell’omonimo Agriturismo. La giornata si concluderà con il ritorno a Bocchetto Sessera, meta finale del nostro indimenticabile trekking attraverso il meraviglioso  e suggestivo territorio dell’Alta Val Sessera.

Dislivello: +719m, -410m


NB: le escursioni e l’ordine delle stesse potrebbero subire variazioni in considerazione delle condizioni meteo e della percorribilità dei sentieri.

Quota di partecipazione

La quota di partecipazione in revisione, richiedici preventivo aggiornato.

La quota comprende

Accompagnamento di Guida Ambientale Escursionistica – Escursioni come indicate in programma – Pernottamenti e pasti come indicato in programma – i pranzi al sacco

La quota non comprende

Tutte le bevande – eventuali ingressi a pagamento di siti (nel programma non sono previste visite a pagamento) – bevande, mance, spese di carattere personale e quanto altro non espressamente indicato


Validità/revisione prezzi

La presente quotazione è valida fino al


Condizioni generali di vendita

Per le condizioni generali di vendita si fa riferimento a quanto indicato nel catalogo e riportato nel sito web.

Le prossime partenze

E’ sempre possibile realizzare l’itinerario su richiesta. Minimo 4 partecipanti.

Contattaci per maggiori informazioni

Sistemazione

In rifugi o B&B pensione completa e bevande escluse. Necessario avere (o acquistare in loco) il sacco lenzuolo per dormire alla Piana del Ponte.


Mezzi di trasporto

Mezzi propri fino a Bocchetto Sessera


Equipaggiamento consigliato

Necessaria la biancheria da letto (sacco lenzuolo/sacco a pelo, asciugamani)

Normale da trekking in media montagna. Protezione contro il sole (berretto, occhiali, crema) e per il vento/pioggia (giacca a vento, mantella).


Documenti

Necessario il documento di identità per la registrazione nelle strutture.


Profilassi e vaccinazioni

Nessuna avvertenza particolare.

Sono sufficienti le normali precauzioni sanitarie richieste per escursioni in montagna (antitetanica e antitifica consigliate).

Viaggio progettato da Ermanno e Valeria